Cosa
  • Arte e Cultura
  • Bar / Pasticceria
  • Dove dormire
  • Dove mangiare
  • Noleggio Auto
  • Servizi
  • Shopping
  • Stabilimenti balneari
Dove

La storia di Selinunte

 

Selinunte (in greco antico: Σελινοῦς, Selinùs; in latino: Selinus) era un’antica città greca situata sulla costa sud-occidentale della Sicilia, nell’odierna Provincia di Trapani; oggi costituisce il parco archeologico più grande d’Europa[1][2][3]. I ruderi della città si trovano sul territorio del comune di Castelvetrano, nei pressi della foce del Belice.

Nel sito archeologico, sull’acropoli vi sono alcuni templi insieme ad altre costruzioni secondarie, mentre altri templi si trovano su una collina poco lontana[4]. Molti edifici sono rovinati in seguito a sismi avvenuti in epoca medievale; tuttavia alcuni interventi di anastilosi hanno permesso di ricostruire quasi completamente il Tempio E (il cosiddetto tempio di Hera), e di rialzare in gran parte uno dei lati lunghi del Tempio C. Le sculture trovate negli scavi di Selinunte si trovano soprattutto nel Museo Nazionale Archeologico di Palermo. Fa eccezione l’opera più famosa, l’Efebo di Selinunte, che oggi è esposto presso il Museo Civico di Castelvetrano.