Cosa
  • Arte e Cultura
  • Bar / Pasticceria
  • Dove dormire
  • Dove mangiare
  • Noleggio Auto
  • Servizi
  • Shopping
  • Stabilimenti balneari
Dove

Voluta nel 1490 da Giovan Vincenzo Tagliavia, primo conte di Castelvetrano, fu completata nel 1580 da Don Carlo che la destinò a luogo per la sepoltura della famiglia. Esternamente spoglia e austera, ha un interno sorprendentemente fastoso, con presbiterio e coro ornati da affreschi, alto rilievi e statue in stucco celebranti l’avvento del messia, opera del plasticatore e pittore manierista Antonino Ferraro da Giuliana che tra 1574 ed il 1580 sviluppò il tema in chiave quasi barocca. Rara e grandiosa è inoltre la rappresentazione plastica dell’albero di Jesse, nell’arco di trionfo. Lachiesa era annessa al convento Dominicano (oggi sede del liceo classico). All’interno si conservano interessanti opere d’arte come la pregevolissima Madonna di Loreto (1489), attribuita a Francesco Laurana, e una copia dello Spasimo di Raffaello (1574) di Giovan Paolo Fundulli.